ADDIO LILLO

Ci siamo visti per l’ultima volta recentemente a Cannes, abbiamo commentato gli ormai consueti “trionfi” dell’advertising italiana sulla Croisette, abbiamo scherzato amaramente su questo nostro “mestiere” sempre più difficile da interpretare.
La notizia della tua scomparsa, giunta come un fulmine a ciel sereno nel pomeriggio di domenica, mi ha colto di sorpresa e mi ha addolorato profondamente.
Con te se ne va un pezzo di storia della comunicazione italiana, che tu hai seguito e studiato con passione, che hai commentato nella sua evoluzione con impegno, senza risparmiare critiche e reprimende e, soprattutto, senza deferenze per “quelli che contano”.
Nell’impegno di ogni giorno ti sei fatto guidare sempre e solo dall’istinto, dalla tua lucida intelligenza e da quel tuo caratteraccio, segno inequivocabile di una indipendenza di giudizio autentica e non di facciata, profondamente diverso, in questo, dai molti tuoi colleghi, forti coi deboli e deboli coi forti.
Addio Lillo, mi mancherai.


Lorenzo Strona
Presidente Unicom 

Diventa socio

Video