Agroalimentare estero: per far conoscere agli italiani le loro specialità, enti e società ...

A chi non è mai successo di fare la spesa in un supermercato e di restare incuriosito da proposte alimentari insolite perché provenienti da altri Paesi, vicini o lontani? Oppure da specialità per le quali noi italiani ci riteniamo imbattibili, come i salumi o i dolci, ma che anche all’estero sanno fare molto bene? Per migliorare l’immagine, la visibilità, la posizione concorrenziale e le vendite di questi prodotti tipici gli organismi di rappresentanza, le aziende estere e gli importatori – dall’Icex a Sopexa, da Food from Britain al Thai Trade Center – sono impeganti in un'ampia gamma di attività informative e promozionali e adottano svariate strategie commerciali, dalla partecipazione alle fiere di settore agli accordi con i buyer della gdo ai tasting nei punti di vendita. Iniziative che riscuotono grande successo presso il consumatore che è molto curioso e se il prodotto è davvero di qualità non lo abbandona, ma il Nord sembra essere più intraprendente e aperto nell’accettazione di prodotti non necessariamente europei, mentre al Sud tendono a privilegiare gli alimenti che già conoscono.

L’articolo Nuovi sapori d’oltreconfine è su Largo Consumo 09/07. Elenco dei Citati nell’articolo. Percorsi di lettura correlati: Le politiche di valorizzazione e tutela dei prodotti alimentari tipici,Mercato fieristico. Se non sei abbonato, richiedi copia del fascicolo o visualizza gli Elementi a corredo: Tab1.

Diventa socio

Video