Aspettando ACADEMY di ottobre

18-banner-orizzontale-OPCC

Nei prossimi giorni uscirà il nuovo numero di AdV con il secondo speciale dedicato all’Osservatorio Permanente sul Cambiamento della Comunicazione.

In attesa di leggere le risposte di tutor e membri del Comitato Scientifico alle nuove domande, rinfreschiamoci la memoria con la sintesi del primo slot di domande del numero di giugno.

1 - Generalisti o specialisti?
È necessario puntare sulle singole specializzazioni, ma senza perdere di vista il contesto generale delle dinamiche e dei trend di comunicazione, scegliendo nuovi modelli organizzativi come i sistemi di rete.
Dai servizi ai progetti: nell’approccio con il cliente diventa strategico adottare un  ruolo di regia e consulenza, aumentando flessibilità e conoscenza, in ottica glocal, perché l’obiettivo è quello di aggiungere valore al brand del cliente.

2 - È tutto digital quello che luccica?
Se l’esigenza di integrare online con offline è un dato di fatto, la reale necessità è di attuare una ri-mediazione in ottica digitale delle modalità tradizionali di comunicazione per poter assicurare al cliente un posizionamento organico e duraturo.

3 - Meglio un green oggi che una merendina domani?
L’imprevedibilità dell’andamento dei mercati obbliga le imprese di comunicazione a utilizzare le “mode” del momento per sviluppare progetti mirati per prodotti/servizi  basati sui modelli culturali del cliente, con lo scopo di creare valore aggiunto brand-specific, legato alla marca.

 4 - Serve più sorriso nella comunicazione?
Appare fondamentale la necessità di “identificare e guadagnarsi un orizzonte”: diventa quindi importante adottare un atteggiamento corretto, responsabile e trasparente a sostegno di idee comunicative autentiche, semplici e coerenti con i valori del brand, anche perché gli utenti di oggi sono sempre più attenti e ben informati.

Cover ADV Giugno 2013

Diventa socio

Video