Certificazioni alimentari: quali riscontri da parte consumatore? Il 92% le ritiene importanti, ...

La percezione della qualità della vita è sempre più legata alla qualità del cibo consumato in casa o fuori. Per questi risvolti di marketing l'industria alimentare ha fatto crescente riscorso alle certificazioni di qualità e l'affidabilità del prodotto. La società di certificazione Dnv, tramite Doxa e InSintesi, ha svolto un'indagine quantitativa e qualitativa sulle certificazioni alimentari (significato percepito, importanza di una maggiore informazione, propensione all'acquisto del prodotto). Ne risulta che la certificazione di provenienza è il primo (33%) fattore di fiducia per i consumatori, il 60% attribuisce molta importanza alle dichiarazioni di certificazione sulla confezione, il 47% si dice molto propenso all'acquisto di prodotti certificati. Certificarsi però significa anche investendo nelle professionalità, negli audit e in comunicazione. L'articolo "Rassicurati e contenti" è su Largo Consumo 03/06. Elenco dei Citati nell'articolo. Percorsi di lettura correlati: Sicurezza, certificaione e tracciabilità nell'agroalimentare. Se non sei abbonato, richiedi copia del fascicolo o visualizza gli Elementi a corredo:Tab1, Gra1,Gra2
Diventa socio

Video