Cosmetici: Federazione russa e Hong Kong sostengono un ruggente regime di export, che oggi vale ...

Dai dati forniti dall'Unipro relativi all'evoluzione dell'industria cosmetica italiana, si evinde la crescita del fatturato globale del settore pari a +3,8% nel 2004 con previsioni positive anche per il 2005. Tale trend è dovuto anche all'inversione di tendenza registrata nell'import export: nel 2004 si è registrato un saldo commerciale pari a 718,6 milioni di euro a favore delle esportazioni. I mercati principali sono costituiti dalla Federazione Russa (verso la quale nel 2004 è stato segnalato un incremento del 40,8% delle esportazioni), Hong Kong dove l'esportazione dei cosmetici "made in Italy" ha raggiunto un valore pari a 43,7 milioni di euro aumentando nel 2004 del 46,6%. Tra i mercati emergenti si profilano all'orizzonte la Thailandia e il Vietnam, mentre l'unico paese che vede invertito il rapporto tra esportazioni e importazioni italiane è la Cina. L'articolo "Un mondo in bellezza" è su Largo Consumo 06/06. Elenco dei Citati nell'articolo. Percorso di lettura correlato: Profumeria e cosmesi. Se non sei abbonato, richiedi copia del fascicolo o visualizza gli Elementi a corredo: Tab1.
Diventa socio

Video