Fuoricasa: cosa cerca, cosa vuole, cosa chiede e cosa rifiuta chi mangia fuori casa? Lo indaga ...

Il consumo di pasti e di bevande fuori casa rappresenta, sotto il profilo delle attivita' economiche, un business di grande rilevo per la moltitudine di operatori della ristorazione e, sotto il profilo dei consumatori, un'abitudine di acquisto indotta dai ritmi lavorativi e da un vero e proprio stile di vita. Da una ricerca effettuata da TradeLab sulle tendenze in atto in merito al consumo di pasti fuori casa, emerge che le famiglie sono diventate piu' povere in termini sia assoluti sia relativi. Nonostante cio', non hanno smesso di aspirare a determinati beni di consumo, seppure non riuscendo a soddisfarne i relativi desideri. Ne emerge anche un cambiamento delle abitudini alimentari indotto da una maggiore informazione in relazione all'alimentazione salutare, ma anche all'esigenza di condurre una vita piu' sana e quindi ad un regime alimentare piu' equilibrato. Stando alla ricerca, il consumatore opta per un pasto che comprende al massimo due portate, un antipasto e un primo o un secondo, sia per quanto concerne il pranzo sia per la cena. L'articolo "Desideri in pausa pranzo" e' su Largo Consumo 09/06. Elenco dei Citati nell'articolo. Per approfondimenti digita:"Ristorazione" . Percorso di lettura correlato: Ristorazione commerciale. Se non sei abbonato, richiedi copia del fascicolo o visualizza gli Elementi a corredo: Gra1.
Diventa socio

Video