Il consumatore protagonista della creatività

Ribadire l’efficacia e le qualità del marchio non è più sufficiente: in una società che corre spedita verso l’interazione 3.0, dove tutto è giudicato, commentato e condiviso, la creatività pubblicitaria deve puntare non tanto a far conoscere il prodotto in tutte le sue caratteristiche, ma più che altro a instaurare fra il prodotto e il fruitore una specie di connessione emotiva, partecipativa: da passivo destinatario che deve trasformarsi automaticamente in consumatore ad attore consapevole che non solo sceglie criticamente ma anche partecipa alla diffusione di un marchio e alla creazione di una consapevolezza attorno ad esso.

(Via Del Monte & partner)

 

Diventa socio

Video