Lattiero-Caseario: al primo posto, nel 2006, dell’industria alimentare italiana con oltre 14 ...

Nel 2006, secondo i dati di Assolatte, il lattiero-caseario si è confermato al primo posto nell’industria alimentare italiana con oltre 14 miliardi di euro di fatturato, pari a circa il 13% del totale (110 miliardi di euro) e ha raggiunto il sostanziale pareggio nel saldo commerciale dei prodotti caseari, la cui produzione assorbe circa i tre quarti del latte lavorato nel nostro Paese. I prodotti lattiero-caseari italiani sono fra le principali vittime della contraffazione e riscuotono un enorme gradimento nel nostro Paese: più di 9 italiani su 10 consumano formaggi; 4 su 5 latte; 3 su 4 burro e yogurt. Ma è un mercato maturo e le aziende non possono puntare solo sulla variabile prezzo. Una politica degli acquisti efficace prevede un forte rapporto con il territorio per assicurarsi l’approvvigionamento di una materia prima freschissima e la valorizzazione delle risorse umane. Ma tutto questo non basta se manca l’innovazione: su 100 prodotti lattiero-caseari oggi in commercio, 14 sono arrivati sugli scaffali meno di tre anni fa.

L’articolo Acquisti freschi per un mercato maturo è su Largo Consumo 09/07. Elenco dei Citati nell’articolo. Percorsi di lettura correlati: Latte,Formaggi stagionati. Se non sei abbonato, richiedi copia del fascicolo o visualizza gli Elementi a corredo: Tab1, Tab2, Tab3.

 

Diventa socio

Video