Le società che misurano l’audience

Uno degli aspetti più importanti nel pianificare una campagna pubblicitaria è prevedere la quantità di pubblico che un dato veicolo commerciale permette di raggiungere. In questo modo è possibile calcolare quanti inserzioni è necessario mettere assieme per coprire nella sua interezza il target prefissato. Per fare ciò è importante avere dati aggiornati, oggettivi e validi per tutti sull’efficacia di un dato mezzo di comunicazione, soprattutto in termini di audience raggiunta.

Proprio per questo motivo sono nate, negli anni, delle società che, mettendo assieme le varie realtà produttive del sistema comunicazione, hanno l’obiettivo di monitorare con imparzialità e precisione i vari media. La più conosciuta di queste è sicuramente Auditel, fondata nel 1984  da UPA (l’organismo che raggruppa le aziende che investono in pubblicità e comunicazione), dai due rappresentanti di categoria delle agenzie di comunicazione, Assocom e Unicom, e dai principali gruppi televisivi italiani. Il suo obiettivo è quello di raccogliere e pubblicare dati sull’ascolto televisivo basandosi su un panel rappresentantivo dell’intera popolazione italiana. I dati Auditel sono talmente condivisi che determinano anche il successo e l’insuccesso di ogni programma televisivo, proprio in quanto influenzano gli investimenti pubblicitari

(Via Del Monte & partner)

Diventa socio

Video