New business or old business…come cerchi i clienti?: il parere di Maria Clotilde Spallarossa

18-banner-orizzontale OPCC
Credo non esista una netta distinzione tra vecchio e nuovo modo di svolgere questa attività così delicata per l’agenzia. Esiste uno stile che contraddistingue già all’inizio l’azienda e i suoi valori.
Gli strumenti ad oggi disponibili sono diversi.
La “vecchia” mail fa ormai poca presa. Difficile farsi leggere. Inizialmente era stato uno strumento straordinario. Oggi riuscire a fare breccia tra le migliaia di mail ricevute dalle aziende è sempre più complicato.
Nonostante tutto resta spesso un metodo per il primo approccio.
I social network sono uno strumento interessante ma importante è non perdere di vista la propria “fisionomia”, non dimenticare chi siamo.
L’ancor più antico telefono è davvero ormai lo strumento più difficile e in alcuni casi controproducente. Meglio chiedere, via social o via mail un appuntamento telefonico.
Ma l’aspetto più importante è COSA comunicare, oltre al COME. E qui è davvero difficile se non impossibile trovare un unico sistema. Torno a dire che è il nostro stile, i nostri valori sono quelli che ci devono sempre guidare. Fissarli è importante così come riuscire ad adattarci al singolo momento che stiamo vivendo.
Avere sempre gli occhi aperti e le orecchie tese, pensare con passione al nostro lavoro, ai nostri clienti e prospect non può che portare risultati interessanti, anche in momenti di crisi.
Chi svolge questo lavoro deve a mio parere combattere con la frustrazione e lottare ogni giorno senza perdersi d’animo per costruire relazioni solide basate sulla fiducia e la stima reciproche.
Vecchio e Nuovo? La risposta è entrambi. Un mix di social, web, relazioni personali dove a volte prevale l’uno o l’altro.

Maria Clotilde Spallarossa
Mediakeys
Tutor del settore media offline

Diventa socio

Video