Premio CMMC 'Relazione con il Cliente Cittadino 2011'

Datacontact riceve il primo premio come migliore partner outsourcing teleselling. Si e' tenuto a Milano il 19 gennaio 2012 il Premio “Relazione con il Cliente Cittadino 2011″, promosso da CMMC – Customer Management Multimedia Competence – che dal 1997 aggrega società ed enti che si occupano di relazione con clienti e cittadini attraverso i canali multimediali in Italia. L’iniziativa è un’unica ed è una particolare forma di riconoscimento dedicata alle Aziende e ai Responsabili che hanno saputo distinguersi nelle loro attività correlate alla Relazione con i Clienti e i Cittadini. Nel corso della serata di gala sono stati assegnati gli Awards internazionaliorganizzati da ECCCO – European Confederation of Contact Center Organizations – e consegnati i 6 Premi italiani suddivisi nelle categorie: Miglior Azienda per progetti innovativi, Migliore partner outsourcing customer care, Migliore partner outsourcing teleselling, Responsabile Servizio Clienti, Miglior Responsabile Contact Center, Miglior Partecipazione Giornata Nazionale della Relazionecon il Cliente Cittadino 2011. La società Datacontact – operativa nel settore Contact Center, Ricerche di Mercato e Comunicazione Multimediale – ha ricevuto il primo premio come migliore partner outsourcing teleselling con la seguente motivazione: “Capacità di raggiungere gli obiettivi commerciali assegnati e di mantenere nel tempo un buon livello di clima interno all’organizzazione. Qualità etiche: capacità nella gestione trasparente della relazione del cliente finale”. Durante l’evento, il fondatore di CMMC, Mario Massone, ha dichiarato:”Di fronte ai casi concreti di eccellenza che i premi di oggi evidenziano, mi sento di dire che il nostro settore può e deve avere ancora più coraggio nella congiuntura attuale, ovvero il coraggio di intraprendere e di innovare. E, affinché il coraggio sia una risorsa, bisogna essere più preparati e competenti, nellaconsapevolezza che la conoscenza e la condivisione stanno diventando i veri fattori distintivi e qualificanti per porre il lavoro al primo posto. Questo tipo di coraggio trova motivazioni anche a fronte del nuovo quadro politico e sociale nonhé delle attese che si hanno per le riforme sulmercato del lavoro e sulle liberalizzazioni in corso in vari settori. A tal proposito, considerando chela concorrenza è importante per il rilancio dei consumi, ci aspettiamo nuove opportunità per la filiera dei servizi di relazione con i clienti. Le variabili in gioco sono molte ed esistono opportunità di crescita, se sapremo coglierle responsabilmente si genereranno posti di lavoro professionalizzanti nelle organizzazioni della nostra filiera.”
Diventa socio

Video