Premio Unicom 2014: Gruppo icat trionfa in tre categorie

Miglior progetto per il lancio di un brand o di una azienda, miglior strategia di comunicazione integrata offline/online/unconventional, miglior campagna/iniziativa con al centro l’Italia, il Made in Italy o le regioni. Su tutte e tre le categorie c’è il sigillo dell’agenzia Gruppo icat, guidata da Claudio Capovilla, che ha vinto con lavori molto diversi tra loro.

Un nuovo concetto di bere: Bevande Futuriste – miglior progetto per il lancio di un brand o di una azienda.
Bevande Futuriste. Nel nome, il manifesto che vuole portare un vero cambiamento nel modo di bere, più sano e naturale. Parola chiave: Bio Glamour. Su queste basi Gruppo icat ha sviluppato tutto il branding DiFrutta, i succhi biologici e Cortese, i soft drink naturali.  Per sottolineare il punto di rottura, l’agenzia ha creato per DiFrutta il claim “Il succo si ribella!”: un linguaggio diretto, friendly e incisivo, per comunicare la presa di distanza dagli standard del mercato e per offrire un prodotto di qualità. La presentazione è stata quindi incentrata sulla valorizzazione delle proprietà organolettiche di questi prodotti, sulla ideazione di un pack e di un labelling coerente con il target femminile. Ricercatezza e mood raffinato invece per Cortese, con un claim, “botanica frizzante per veri intenditori”, che ha riportato al centro la reinterpretazione di ricette antiche in chiave moderna per un prodotto dedicato a veri intenditori, barman e consumatori raffinati. Il pack, infine, esalta un nuovo modo di bere, “soft di qualità”, per un brand che comunica “Eleganza naturale”.

Il Veneto nel cuore della Germania – miglior strategia di comunicazione integrata offline/online/unconventional.
Far innamorare del Veneto gli abitanti di Berlino. In 80 giorni. È stata questa la sfida che Gruppo icat ha raccolto. Un progetto di “seduzione di massa” che ha avuto come fulcro un temporary store nel cuore della capitale tedesca: un ambiente dai colori forti, che ha ospitato una serie di eventi allo scopo di offrire ai berlinesi una vetrina sull’ampia offerta turistica del Veneto. Degustazioni enogastronomiche per esaltare le eccellenze della cucina veneta, pacchetti promozionali, il tutto rafforzato dal claim della campagna: “Veneto: 80 giorni per conoscerci, tutta una vita per amarci”. Un visual immediato e un linguaggio contemporaneo, mirato al grande pubblico e agli operatori di settore, che grazie all’uso delle icone è riuscito perfettamente a sintetizzare le principali mete da scoprire ed esaltare il mondo di valori che rappresentano la cultura veneta. A supporto, un piano media con affissioni nei luoghi strategici di maggior afflusso della città, un grande lavoro di pr e ufficio stampa, collaborazioni con blogger tedeschi e operazioni di guerrilla che hanno visto la città tappezzata di depliant a forma di cuore in linea con l’adv.

Lo storytelling prima dello storytelling: i papiri di laurea in mostra a Padova – miglior campagna/iniziativa con al centro l’Italia, il Made in Italy o le regioni.
La tradizione di celebrare la laurea con un papiro, dove amici e parenti raccontano in forma ironica la vita del laureato, è una tradizione unica al mondo, tipica dell’ateneo Patavino. Un rito di passaggio che affonda le sue radici già nel ‘700 e che Gruppo icat ha valorizzato con una mostra dal grande impatto estetico e culturale. L’esposizione ha proposto 130 papiri, selezionati fra i quasi 16.000 presenti nell’archivio digitale realizzato per l’evento. Dall’Adv, all’allestimento, Gruppo icat ha scelto di trasmettere lo spirito tipico del mondo studentesco, privilegiando quindi materiali semplici e dai toni naturali, del legno chiaro e del cartone. Uno spirito che ha caratterizzato anche il catalogo e le moleskine, uno dei prodotti che assieme a segnalibri, tazze, poster ha caratterizzato il materiale del merchandising. L’obiettivo è stato quello di rappresentare la storia di Padova e dei personaggi illustri che ne hanno segnato le vicende, in modo insolito e pieno di quella satira goliardica che da sempre l’ha contraddistinta. Una mostra che ha trovato un grande consenso di pubblico registrando in soli tre mesi ben 30.000 accessi.

Claudio Capovilla – fondatore e presidente Gruppo icat
«Sono tre riconoscimenti importanti che sono per me motivo di grande soddisfazione. Innanzitutto per il gruppo che coordino: ho la fortuna di lavorare con professionisti eccellenti, preparati e coraggiosi, pronti a lanciarsi su nuovi progetti. Più passano gli anni e più sono convinto che nel nome ci sia la chiave del nostro successo: gruppo. Aggiungo, anche, che sono molto orgoglioso perché questi premi raccontano ciò che siamo oggi, nel 2014: un’agenzia senza confini, che spazia dal branding alle mostre, dagli eventi al digital, dall’Italia all’estero. Sono progetti importanti che hanno alle spalle clienti ricettivi, sempre alla ricerca di soluzioni  sfidanti e che danno valore al lavoro di squadra. Anche a loro, va il mio grazie». 

www.gruppoicat.com

14_Gruppoicat_premio_unicom

 

Diventa socio

Video