Presentata a Milano la Ricerca 'La Comunicazione dei Prodotti Tipici in Italia'

Lunedì 12 giugno a Milano nel corso di una affollata conferenza stampa svoltasi presso la Camera di Commercio, i Presidenti di Unicom Lorenzo Strona e di Unioncamere Carlo Sangalli hanno presentato la ricerca “La comunicazione dei prodotti tipici in Italia” i cui dati salienti sono stati illustrati dalla Responsabile della ricerca Rossella Tosto Vicepresidente dell’Istituto di ricerca DataContact. Dopo le precedenti ricerche commissionate da Unicom e Confcommercio nel 2000 “Gli Italiani e la pubblicità” e nel 2001 “Le imprese di comunicazione in Italia”, questa ultima rilevazione si aggiunge e - in un certo senso - completa le successive su “Come comunicano le PMI in Italia” del 2002, “Come comunicano gli Enti Locali” del 2003 e “Come comunicano le Associazioni d’Impresa in Italia” del 2005: tutte ricerche innovative per il comparto che, non solo hanno contribuito a conferire ulteriore visibilità, apprezzamento e prestigio alla nostra Associazione, ma hanno fornito precise indicazioni anche per l’attività professionale delle Imprese di Comunicazione. L'attuale indagine esplora il variegato scenario dei prodotti tipici italiani, ne rileva il vissuto presso i produttori, gli operatori ed i consumatori e fa il punto sullo stato dell’arte delle attività di comunicazione e di informazione che i Consorzi, le Aziende, le Pubbliche Amministrazioni e le Associazioni svolgono a favore di un comparto che sempre più si sta rivelando come uno degli asset fondamentali del Sistema Italia ed uno dei punti di forza del nostro apparato economico e produttivo. Dalla ricerca emerge che il mercato dell’agroalimentare italiano vale 180 miliardi di euro. In questo contesto, i prodotti tipici rappresentano un’arma vincente anche a livello turistico per il rilancio dell’economia nazionale e un patrimonio di valori da preservare e promuovere sia sul territorio nazionale che internazionale. Il Presidente Sangalli ha tenuto a sottolineare che, grazie all’azione svolta da Unioncamere, specifici progetti sono già stati attivati dalle Camere di Commercio a sostegno del patrimonio enogastronomico italiano. Il Presidente di Unicom Lorenzo Strona, nel corso del suo articolato intervento, ha commentato: “Credo che l’agroalimentare di qualità sia uno dei settori su cui il nostro Paese può fare pieno affidamento e che ai prodotti tipici competa un ruolo chiave, nel contesto degli scenari economici che si profilano per il nostro Paese negli anni a venire. Perciò è necessario fare di tutto per tutelare l’eccellenza di questi prodotti, attraverso un sistema di regole severe e condivise: i disciplinari a maglie larghe non funzionano in quanto non tutelano nè i produttori seri nè i consumatori. Occorrono risorse adeguate e quindi è necessario un maggiore impegno da parte dello Stato, delle Regioni e del sistema creditizio, che deve credere di più in questo settore. Deve, infine, crescere il ruolo della comunicazione, che deve essere realizzata con professionalità e competenza. In questo contesto la nostra Associazione, che rappresenta un sistema di agenzie con radici forti su tutto il territorio nazionale, si propone come il partner ideale per quei marchi e quelle imprese che vogliono crescere, facendo ricorso in modo coordinato e sistematico ad adeguate strategie di comunicazione. E in questo particolare ambito le imprese Unicom possono certamente fare meglio delle grandi multinazionali della pubblicità, in quanto più disponibili a proporsi come partner collaborativi ed impegnati a contribuire con il proprio patrimonio di conoscenze al successo delle piccole e medie imprese che, ancora una volta, potranno essere protagoniste della ripresa. del rilancio e della crescita del Paese”. La stampa ha già dato ampi e lusinghieri resoconti della ricerca e degli interventi di Strona e Sangalli: oltre a tutti i Today e testate del settore, citiamo in particolare gli articoli su Italia Oggi e Punto.Com di martedì 13, riportati per esteso, come tutti gli altri, sul sito alla voce “Press Room – Rassegna Stampa”.
Diventa socio

Video