Private label: distintiva per le aziende produttrici, le pl sono sempre più strategiche per le ...

Normalmente una marca di successo crea fedeltà nel cliente, aumenta le difese nei confronti dei concorrenti, crea vantaggi differenziali, consente di applicare premium price e aumenta il potere di negoziazione sia a monte che a valle nella filiera. Se in passato erano soprattutto le aziende produttrici a mettere in atto strategie di marca, oggi la maggior parte delle insegne della grande distribuzione ha avviato un processo di sviluppo della marca commerciale. Il distributore deve però saper predisporre un piano di retailing mix capace di soddisfare le esigenze di tutti i tipi di consumatori tramite la combinazione di prodotti di marca con private label e servizi aggiuntivi per trasmettere un complessivo “sistema d’offerta di valori" e fidelizzare il consumatore al punto di vendita. La qualità dei prodotti a marchio privato migliora costantemente e anche il posizionamento di prezzo tende a elevarsi. Resta comunque il vantaggio legato al fatto che tali prodotti consentono alle catene della gdo di ottenere notevoli margini di profitto: infatti il margine lordo delle private label è superiore del 5-10% rispetto a quello dei prodotti di marca.

L’articolo Le marche commerciali sfidano il brand è su Largo Consumo 09/07. Elenco dei Citati nell’articolo. Percorsi di lettura correlati: La marca come fattore competitivo,Private label. Se non sei abbonato, richiedi copia del fascicolo.

Diventa socio

Video