Promozioni: Cambia la fisionomia della pubblicità: meno televisione e più new media e ...

Secondo la ricerca Astra "Il futuro della pubblicità", il 2007 sarà un anno positivo per le promozioni con un incremento degli investimenti del 3,2% rispetto al 2006. I motivi stanno in una comunicazione che si sta modificando radicalmente con un’evidente nuova ridistribuzione degli investimenti e una crescente importanza del marketing relazionale decisamente più coinvolgente e diretto e se un tempo le centrali media pianificavano solo tv, affissioni, radio e stampa, oggi devono inserire d’autorità gli eventi, il web, il telefonino, il punto di vendita proprio perché i nuovi media sono una realtà imprescindibile. Cataloghi premio e carte fedeltà, grazie anche all’apporto della tecnologia, sono oggi pilastri del trade marketing e sarà difficile per la grande distribuzione rinunciare alle promozioni "fedeltà" ovvero alle azioni di "loyalty": gli investimenti in comunicazione vanno per il 52% all’advertising classico e il rimanente agli altri media. Di questi la promozione detiene un 42%. 


L’articolo Concentrati sugli eventi è su Largo Consumo 07/07. Elenco dei Citati nell’articolo. Percorsi di lettura correlati: Promozioni,Pubblicità televisiva,POP e Merchandising. Se non sei abbonato, richiedi copia del fascicolo.

Diventa socio

Video