Salumi: specialità regionale a vocazione estiva, la bresaola della Valtellina si consuma ormai ...

La Bresaola della Valtellina sta conquistando i consumatori più disparati: dai giovani agli anziani, dalle donne agli sportivi, dal Meridione ai Paesi arabi. Secondo i dati del Consorzio di tutela, la produzione marchiata igp è cresciuta negli ultimi 12 mesi a 11.000 tonnellate con un trend positivo rispetto all’anno precedente. E se una volta era un salume oggetto di un consumo esclusivamente stagionale e regionalizzato la bresaola è entrata stabilmente nelle abitudini di acquisto degli italiani ed è oggi ben diffusa su tutto il territorio nazionale. Grazie anche alle catene della gdo che ci hanno creduto contribuendo alla sua diffusione e che oggi veicolano il 55% delle vendite: ormai è un prodotto che non può mancare in assortimento ed è quasi sempre Bresaola della Valtellina igp. La vendita è rappresentata per il 75% dal prodotto da taglio e per il 25% dal pre-confezionato ma quest’ultima percentuale è in progressiva e continua crescita perché il mercato è sempre più orientato verso l'acquisto di prodotto fresco e al tempo stesso pronto al consumo.

L’articolo Il gusto speziato della Valtellina è su Largo Consumo 09/07. Elenco dei Citati nell’articolo. Percorsi di lettura correlati: Salumi. Se non sei abbonato, richiedi copia del fascicolo o visualizza gli Elementi a corredo: Tab1.

 

Diventa socio

Video