Se Omero fa il Flâneur a Savona

Un social contest a metà fra book crossing ed enigmi alla Dan Brown.

Partiamo dall’inizio. C’è un editore, intanto: Feltrinelli. Con la sua fortunatissima collana Universale Economica e i suoi ormai capillari punti vendita sparsi per le città più o meno grandi del Bel Paese.

C’è poi Wikiacademy, associazione culturale che fa capo all’agenzia di comunicazione savonese Studiowiki.

Dall’incontro: l’idea. Un social contest che – attraverso il gioco – illuminasse i libri e stuzzicasse la voglia di leggerli.

Libera i libri, appunto. 30 libri. 30 giorni. 1 città. Savona: e i suoi trenta luoghi dove i titoli – selezionati dalla collana Universale Economica Feltrinelli - sono posati. I giorni: dal primo al trenta giugno. I libri: da scoprire sulla pagina Facebook de La Feltrinelli Point di Savona.

Si comincia sabato 30 maggio, e in replica il successivo sabato 6 giugno, con una performance artistica che disegnerà per le vie del centro il logo dell’iniziativa. Gli interventi urbani saranno accompagnati da una distribuzione di citazioni tratte dai trenta titoli. Da Omero a Culicchia, per essere irriverenti, forse. Passando per Cartesio e Leopardi, senza scartare Kafka, Melville e Dostoevskij. Grandi classici. Sally Mara e Madame Bovary. Gente di Dublino e Sanguineti. Ma anche il bar Sport di Benni, o le Regole di Gherardo Colombo. Insomma, un viaggio nella letteratura del mondo guidato solo dalla personalissima e parzialissima passione dell’estensore della lista. Ardua la scelta. Trenta e non uno di più.

Il 1 giugno partirà il gioco. Verrà posato un libro al giorno per trenta giorni (contrassegnato da un adesivo con il logo “#libera i libri”) in un luogo diverso della città.

Attraverso la pagina Facebook de La Feltrinelli Point di Savona sarà postata una citazione del libro e un particolare fotografico del luogo cittadino in cui si troverà il libro il giorno successivo. Incuriosire, sul libro e sulla città, senza far capire precisamente. All’interno del libro una lettera per l’avventore fortunato (il libro parla, e in prima persona). Chi troverà il libro dovrà farsi una foto con libro e logo ben in vista. Se nel luogo del ritrovamento, ancora meglio. Dovrà poi postare la foto sulla pagina Facebook de La Feltrinelli Point. A tutti coloro che per primi avranno postato il selfie sarà inviata una card Feltrinelli del valore di 5 €.

E fino a qui il book crossing. Ora gli enigmi. Durante il contest si inviteranno i partecipanti ad unire su una mappa della città i punti dove sono stati ritrovati i libri. A fine contest, collegando fra loro i trenta punti, si vedrà comparire sulla mappa il titolo di un’opera che sta a fondamento e monumento della letteratura italiana. Per il primo a indovinare, dieci libri in palio.

La festa di chiusura sabato 4 luglio in un locale cittadino. E qui si gioca ancora: con titoli, libri, autori, testi e paratesti. In palio ben 90 libri. Un unico obiettivo: leggete (se vi pare).

Se Omero fa il Flâneur a Savona

Diventa socio

Video