Servizio vs Creatività: tu da che parte stai? Il parere di Loris Zanelli

18-banner-orizzontale OPCC La risposta a questo quesito l’ha data, in forma assai esplicita, il Presidente dell’UPA, nel suo intervento alla recente Assemblea 2013. Gli utenti dichiarano di voler ritornare a un rapporto di vera partnership con le agenzie, per ricostruire quel sodalizio che, almeno sino alla fine degli anni ’80, è stato alla base del successo di molti prodotti e servizi di marca (e di molte agenzie di comunicazione). A fronte di una chiara visione strategica dell’azienda e dei suoi prodotti e servizi di marca, sembrerebbe non logico prefissare gli interventi più opportuni (e, quindi, il partner ideale), senza una seria e affidabile analisi delle risorse interne e del mercato (a tutti i livelli). A fronte di questa analisi, i “valori” dell’agenzia, sintetizzati nelle espressioni “servizio” e “creatività”, non si porrebbero più in concorrenza tra di loro, evitando il rischio di una “svolta epocale” assai pericolosa, poiché farebbe tornare le responsabilità esecutive delle campagne nelle mani degli utenti, in contraddizione con il principio della partnership, a livelli non sempre in grado di esprimere la vera mission dell’impresa e che, quindi, preferiscono basare le loro scelte sul fattore più semplice (e soggettivo) di valutazione: quello della creatività. Loris Zanelli PubliOne Tutor del settore licensing, POP, retail, nuove reti media (barter trading) [caption id="attachment_51589" align="alignnone" width="342"]Loris Zanelli-2 Loris Zanelli[/caption]
Diventa socio

Video