Unicom interviene su bando di gara di IMA-Piemonte

In data 15 Giugno u.s. IMA - Istituto per il Marketing dei Prodotti Agroalimentari del Piemonte ha pubblicato un bando di gara per un “progetto di comunicazione in vista dell’apertura di un punto vendita dei prodotti agroalimentari tipici piemontesi presso l’Aeroporto di Caselle”. Nei termini della consultazione viene tra l’altro precisato che Ima “considerata l’importanza del progetto in termini di visibilità e di impatto istituzionale della Regione Piemonte, ha deciso di consultare 140 Agenzie di Comunicazione e Pubblicità di Torino”, per un budget previsto di Euro 35.000,00 + Iva omnicomprensivo di tutti i costi di creatività. Ricordiamo che la nostra Associazione ha sempre guardato con estremo favore ed apprezzamento ai contenuti ed alle modalità con cui la Regione Piemonte ha sinora gestito le proprie iniziative di comunicazione, tanto che abbiamo ritenuto opportuno segnalarla quale “esempio di eccellenza” nell’ambito della ricerca da noi pubblicata nell’anno 2003 su “Come comunicano gli Enti Pubblici in Italia”. Unicom, in difesa non solo delle Imprese Associate ma dell’intero comparto, ha pertanto deciso di inviare una lettera al Presidente di IMA ed emettere un Comunicato Stampa per esprimere meraviglia e perplessità sul fatto che un Istituto facente capo alla Regione Piemonte decida di consultare addirittura 140 Agenzie nella sola città di Torino per un progetto avente un budget totale di Euro 35000,00, “mettendo in atto procedure che oggettivamente risultano lesive della credibilità della professione e della dignità delle imprese di comunicazione oltre a non garantire le esigenze e le aspettative dello stesso Ente promotore”. Il testo completo del comunicato stampa e il relativo bando Ima sono reperibili su questo stesso sito alla voce “Comunicati Stampa”. Terremo informate le Associate sugli sviluppi dell’iniziativa.
Diventa socio

Video